2008/01/08

退屈な日記(1)

別名、イタリア文学・僕の好きな詩

タイトル: L'infinito (無限)
詩人: Giacomo Leopardi (マルケ州レカナティ市で1798年生まれ、イタリアのロマンチシズムの代表)

Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo, ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s'annega il pensier mio:
e il naufragar m'è dolce in questo mare.

朗読(フォアという有名な俳優によって):http://www.theorein.it//rubriche/voci%20di%20poesia/poesie%20classiche%20italiane/G.Leopardi%20-%20L%27infinito%20%28A.Fo%E0%29.mp3

翻訳:写真(ネットで見つけた)

1 comment:

Alessandro S. said...

Eugenio Montale
Spesso il male di vivere ho incontrato

Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l'incartocciarsi della foglia
riarsa, era il cavallo stramazzato.

Bene non seppi; fuori del prodigio
che schiude la divina Indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.

CIAO DAL FRIULI ITALY!